Carro allegorico: Abissi... L'ultima battaglia per l'oro blu

Nel 2014 partecipa al 61° Carnevale massafrese realizzando il carro allegorico intitolato “Abissi… L’ultima battaglia per l’oro blu”.
Il tema dell’opera in cartapesta tratta il problema dell’inquinamento marino e della sua ribellione per combattere coloro che hanno dimenticato l’importanza della ricchezza più importante presente sul pianeta.

Osservando il carro dal basso verso l’alto osserviamo in progressione, un maestoso veliero pirata in rovina che rappresenta la situazione attuale del nostro mare.
Attorno ad esso una moltitudine di pesci con boccagli e bombole d’ossigeno che cercano invano di sopravvivere tra le onde inquinate, insieme ad altri pesci di cui è visibile solo la lisca consumati dai prodotti chimici sversati nel mare.
Primeggiano dinanzi al carro due sirene con sguardo ammaliante che rappresentano le potenze petrolifere che ammaliano e illudono gli esseri umani, facendoci credere di agire per il bene dell’umanità.
Predomina sul carro, un imponente pirata con sembianze da polipo intento a guidare il veliero ed a aizzare la ciurma contro la razza, che raffigura la forza distruttrice del mare.
Alle sue spalle cinque pirati anch’essi con sembianze di alcuni pesci della fauna marina, armati di tutto punto, pronti a combattere per salvare i propri simili, uno di questi è situato in cima alla nave con il grado di vedetta.
Costeggiano le vele della nave, due arpie pronte a ghermire le proprie prede che rappresentano i “potenti” che permettono alle multinazionali e alle industrie di poter inquinare senza sosta il nostro “oro Blu”.

Ph. Angelo SPAGNULO

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Guarda la nostra Privacy Policy.

Accetta i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information